Blaze

La Sua storia inizia dalla fine….dalla Sua morte per tumore cerebrale il 24 settembre 2011.
Era nato nel 1980.
“Guarire è Morire, Guarire è Risuscitare…”
Matteo Blasi, Ogni volta che ti piove in testa cerca il Sole _ Edizioni Ensemble ( pag. 37)

Comincia dal Suo incontro con Dio e via via indietro dalla Sua inquietudine e ricerca di altro.
Della frase di Jobs “Siate affamati siate folli” aveva fatto lo slogan della Sua vita.
Affamato di cultura, di conoscenza, di arte.
Affamato di comunicazione e ricerca.
Mai soddisfatto, bisognoso di qualche cosa di più.

Attraverso la Sua malattia, dal 2007, ha finalmente incontrato “Colui che è Amore” Salmo 103, il Suo preferito. Sofferenza vissuta con dignità e coraggio.

Ha portato avanti sempre con tenacia, disciplina e costanza ogni Suo impegno: faceva musica, scriveva recensione musicali e articoli di attualità e politica su giornali on line.
Organizzava eventi, selezionava gruppi musicali.

Soprattutto amava la gente, che ringraziava ad ogni concerto con la testa china e mani giunte.

“Rendi arte ciò che vivi” dice un verso di una delle Sue ultime canzoni, scritta da lui.